Buon Natale

Diapositiva4Caro Babbo Natale,

l’UNITALSI è una comunità  in cammino. Dalla luce che i pellegrinaggi donano a ciascuno di noi, nasce un grande desiderio di spiritualità e comunione. Siamo persone molto diverse l’una dall’altra, accomunate da una grande SCOPERTA: la gioia è condivisione.

Lo scorso anno mi sono già rivolto a te, ero appena diventato presidente, contento, ma impaurito, ti chiesi capacità ed energia per affrontare il mio servizio. Mi hai accontentato: sono stato contornato da persone che hanno dato a me e all’UNITALSI quelle capacità e quell’energia che ti avevo chiesto. GRAZIE! Grazie per aver messo loro sul mio cammino e grazie a loro per aver condiviso e ampliato il nostro progetto. In questo anno si sono succeduti eventi, progetti, iniziative, raccolte di fondi, in un turbinio di emozioni, tra cui, per me, e, credo, per tutti, ne è prevalsa una: la MERAVIGLIA.

Mi viene in mente lo stupore di chat e salotti virtuali che ci tengono tutti connessi, lo stupore di oltre 600 persone che giocano e si divertono in nome dell’INCLUSIONE, lo stupore di saloni gremiti per “CRESCERE INSIEME”, lo stupore di persone che donano tempo e passione senza tornaconto. Uno stupore che allarga l’animo ed è una nuova spinta verso il futuro. Per questo, Babbo Natale, sono qui a chiederti nuovi doni.

APERTURA: donaci la grinta e la capacità di testimoniare quello che siamo e quello in cui crediamo. La società, intorno a noi, ha sete di testimoni credibili: noi possiamo essere una grande risorsa per contrastare la crisi di valori che ci circonda.

TEMPO E PARTECIPAZIONE: donaci il TEMPO, la voglia e la possibilità di PARTECIPARE. Nella nostra vita corriamo tanto o, fermi, attendiamo a lungo e, talvolta, perdiamo occasioni importanti che possono nutrire la nostra anima. Non far svanire queste opportunità. Permettici di riconoscere i momenti in cui pronunciare il nostro ECCOMI.

L’UNITALSI ha bisogno di ciascuno di noi.

UN MARE DI UNITALSIANI IN PELLEGRINAGGIO: Vorremmo rivedere nuovamente in pellegrinaggio gli unitalsiani che l’anno scorso o negli ultimi anni non sono partiti, vorremmo vedere tanti giovani e volontari accostarsi alla nostra Opera per rendere più salde le spalle della nostra associazione e per meglio rispondere alle necessità dei più deboli. Il pellegrinaggio è il momento centrale della nostra associazione, il punto d’origine, il momento di ricarica, l’occasione d’incontro. In pellegrinaggio nasce quel legame che ci tiene uniti, quello è il momento in cui riguardiamo e dirigiamo la nostra vita, in cui viviamo il culmine e il senso della nostra associazione. Babbo Natale, quest’anno vorremmo vedere i nostri pellegrinaggi stracolmi.

Infine, Babbo Natale, torno chiederti PACE e FELICITA’ per le nostre famiglie e per il mondo. “Luce dona alle menti, pace infondi nei cuor”.

BUON NATALE a tutti gli unitalsiani:

‘A MARONNA’ C’ACCUMPAGNA

Renato

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.